Anan­da Devi è nata nel 1957 sull’isola di Mau­ri­tius, ter­ra di con­fluen­za tra nume­ro­si ele­men­ti etni­ci, cul­tu­ra­li e lin­gui­sti­ci. Autri­ce di ascen­den­za india­na, è tra le voci più accla­ma­te del­la let­te­ra­tu­ra afri­ca­na con­tem­po­ra­nea. Scri­ve in fran­ce­se, ma par­la fluen­te­men­te l’inglese e il creo­lo mau­ri­zia­no.

Esor­di­sce gio­va­nis­si­ma come autri­ce di rac­con­ti, distin­guen­do­si imme­dia­ta­men­te agli occhi del­la cri­ti­ca. Dopo aver con­se­gui­to un dot­to­ra­to in antro­po­lo­gia a Lon­dra, è vis­su­ta per mol­ti anni in Con­go, per poi tra­sfe­rir­si in Sviz­ze­ra. Ha pub­bli­ca­to roman­zi, rac­con­ti e poe­sie, otte­nen­do nel 2006, con “Eva dal­le sue rovi­ne”, il Pre­mio dei cin­que con­ti­nen­ti del­la fran­co­fo­nia per il miglior roman­zo dell’anno in lin­gua fran­ce­se. Nel 2010 è sta­ta nomi­na­ta dal gover­no fran­ce­se cava­lie­re dell’Ordine del­le arti e del­le let­te­re. “Figu­ra emble­ma­ti­ca del­la let­te­ra­tu­ra mau­ri­zia­na”, secon­do Le Mon­de, i suoi roman­zi han­no rag­giun­to, negli anni, deci­ne di miglia­ia di let­to­ri.

Le sue ope­re, già tra­dot­te in mol­te lin­gue in Afri­ca, Ame­ri­ca ed Euro­pa, sono in cor­so di pub­bli­ca­zio­ne nel cata­lo­go di Uto­pia.

I libri di Ananda Devi