Salotto letterario

Carson — Anne e Giacomo

Car­son — Anne e Gia­co­mo

Anne Car­son è inna­mo­ra­ta di Gia­co­mo Leo­par­di. E come Leo­par­di ha inse­gui­to per tut­ta la vita ciò che gli occhi non vedo­no, ciò che rima­ne quan­do quel che si vede va per­du­to.

È un’au­tri­ce che sem­bra col­ma­re, con la pro­pria scrit­tu­ra, le lacu­ne dei suoi poe­ti più ama­ti: li stu­dia da filo­lo­ga, li inter­pre­ta da antro­po­lo­ga, li com­pren­de da poe­tes­sa. La sua let­te­ra­tu­ra è poli­fo­ni­ca e nei testi par­la­no i gran­di auto­ri del pas­sa­to: da Simo­ni­de a Catul­lo, da Saf­fo a Celan. È subli­me, abbia­mo pen­sa­to in Uto­pia, che una del­le più gran­di autri­ci del mon­do abbia sem­pre com­po­sto… per sot­tra­zio­ne.

Set­ti­ma­na pros­si­ma sapre­te il tito­lo che ripor­te­re­mo in libre­ria e la data d’u­sci­ta, sie­te pron­ti?